Memory of the world apre le giornate dei club Unesco

Il mandato d’arresto di Nelson Mandela del 1963, una collezione di manoscritti islamici e i Vangeli originali della chiesa di Santa Sofia in Bulgaria risalenti al 14esimo secolo sono alcuni dei gioielli provenienti dagli archivi di tutto il mondo esposti a Palazzo Guinigi nella mostra Memory of the world, allestita in occasione del Consiglio Mondiale delle federazioni e del Club Unesco che sarà inaugurata domani mattina alle 10. L’esposizione riunisce in trenta grandi pannelli altrettanti tesori, splendidamente riprodotti a colori. Fra questi la Dichiarazione della Confederazione di Varsavia (1573) che rappresenta il formale inizio della libertà religiosa nella confederazione polacco-lituana ma anche documenti appartenenti alla storia più recente, fra i quali la collezione di documenti video di John Marshall sulla vita delle popolazioni del deserto del Kalahari in Namibia, una mappa della baia di Nagasaki risalente al 19esimo secolo appartenente alla Compagnia olandese delle Indie Orientali, i testi delle Nazioni Unite sui rifugiati palestinesi e alcune pagine del diario di Anna Frank. Ai trenta pannelli si aggiunge la rappresentazione della più antica pergamena custodita nell’archivio diocesano della città di Lucca (ottavo secolo ), che nel 2011, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento che gli ha consentito di entrare a far parte della Memory of the World dell’Unesco, unica presenza italiana insieme alla biblioteca Malatestiana di Cesena.

Nei vari fondi diplomatici dell’Archivio Storico Diocesano di Lucca, infatti, è conservata una straordinaria raccolta di documenti altomedievali. Più di 1800 pergamene anteriori all’anno Mille, il cui valore nel contesto italiano ed europeo è riconosciuto da secoli. Per meglio capire l’eccezionalità del caso lucchese, basta ricordare che i 310 documenti dell’Archivio anteriori all’800 costituiscono quasi il 20 per cento del patrimonio documentario dell’epoca conservato nel mondo, mentre per il nono secolo le circa 800 carte lucchesi rappresentano, da sole, la metà del patrimonio italiano. La mostra Memory of the world è inserita nel programma Unesco Trésors du Monde con il quale l’organizzazione intende sottolineare il ruolo fondamentale rivestito dalle testimonianze archivistiche: tesori che documentano la storia della cultura mondiale, esposti a gravi rischi dovuti all’incuria, al tempo, al commercio illegale, alla mancanza di fondi che possono farne perdere le tracce o addirittura distruggerli per sempre danneggiando in modo irreparabile la memoria collettiva. Il catalogo della mostra è a cura dell’editore Maria Pacini Fazzi. L’esposizione resterà aperta fino al 20 marzo, dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18 (lunedì chiuso).
Il primo atto dell’Excecutive Board è rappresentato dall’assemblea straordinaria dei club Unesco italiani che si terrà a Palazzo Ducale. Al termine di questo incontro, alle 19, il primo dei concerti con cui la città presenta ai suoi ospiti la ricchezza culturale e musicale di cui è erede. Nell’auditorium di San Romano i soprani Silvia Pacini, Melissa Di Biasio, Federica Nicotra, il tenore Max Jota con l’Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Andrea Colombini eseguiranno  le più celebri arie d’opera di Puccini, Verdi, Wagner e Bizet. Il concerto intitolatoLe donne di Puccini e le donne nell’opera è organizzato da Puccini e la sua Lucca Festival insieme al Laboratorio Musicale La Rondine e dalla Flam. Nell’auditorium saranno esposte anche alcune riproduzioni di Le donne di Puccini, una serie di tele realizzate dal pittore lucchese Riccardo Benvenuti, donate al Festival nel 2009. Il concerto è aperto al pubblico e i biglietti si possono ritirare alla biglietteria del Teatro del Giglio (0583.465320) dalle 10,30 alle 13 e dalle 16 alle 19. Sono ancora disponibili alcuni biglietti per partecipare gratuitamente alla cerimonia di apertura del 33esimo Executive Board Unesco e al concerto di Andrea Bocelli, in programma sabato 9 marzo alle 9,45 al Teatro del Giglio. Oltre al recital del maestro Bocelli ancora disponibili biglietti per l’esecuzione della Sinfonia 9 di Ludwig van Beethoven ad opera degli studenti dell’istituto di Alti studi musicali L. Boccherini (sabato 9 marzo, alle 19, Auditorium di San Romano) e la rappresentazione de La foresta incantata, la pantomima di Francesco Xaverio Geminiani, che andrà in scena martedì 12 marzo alle 18,30 al Teatro del Giglio. Si tratta dell’allestimento curato dall’Associazione Musicale Lucchese e dalla compagnia Aldes insieme all’Istituto L. Boccherini.
Il primo giorno del Consiglio si conclude in musica con il concerto Cum clarissima vocedel VoxAlia ensemble diretto da Livio Picotti. In programma musica sacra vocale, con alcuni canti mariani di Hildegard Von Bingen (1098-1179). Questo concerto è riservato ai delegati Unesco.

Pubblicato su http://www.luccaindiretta.it/dalla-citta/item/6439-la-mostra-memory-of-the-world-apre-le-giornate-dei-club-unesco.html

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Memory of the world apre le giornate dei club Unesco

  1. andreabozzi ha detto:

    come si fa ad iscriversi?

    ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...