Salvate il patrimonio archeologico in Siria

A rischio testimonianze millenarie della civiltà

Sono sei i siti siriani iscritti nella lista del patrimonio mondiale Unesco e tra questi la città di Palmira dove, stando all’allarme lanciato dal grande archeologo italiano Paolo Matthiae, sono già stati rubati preziosissimi mosaici.

Moschea a Damasco

La Siria e’ precipitata ormai nella guera civile e i predatori di opere d’arte e beni archeologici hanno mano libera. La città vecchia di Damasco, la citta’ vecchia di Bosra, l’antica citta’ di Aleppo, il Krak dei cavalieri e Qal’at Salah El-Din, gli antichi villaggi del nord del Paese e naturalmente la famosa Palmira sono particolarmente a rischio. Archeologi di tutto il mondo sono in allarme.

 

Damasco
Considerata da molti la citta’ piu’ antica del mondo, la capitale siriana chiamata anche ‘la profumata’, o la ‘Perla dell’Oriente’, e’ un vero museo a cielo aperto in cui sono in mostra secoli di storia.

 

Aleppo
Detta ‘la grigia’, e’ una delle piu’ antiche citta’ del mondo abitata ininterrottamente. Inserita nel patrimonio Unesco per gli innumerevoli siti archeologici e di interesse storico e artistico, nel 2006 e’ stata proclamata ‘capitale culturale del mondo islamico’.

 

Palmira
E’ un’oasi denominata la ‘Sposa del deserto’, che custodisce tesori inestimabili. Fu un’importante crocevia di carovane e visse il massimo periodo di splendore tra il I e il III secolo d.C grazie all’imperatore Traiano prima e poi Aureliano che costruirorono la celebre via colonnata’, l’agora’ e i cinque templi.

 

Ebla
E’ qui che nel 1964 ha avuto inizio una campagna di scavi da parte di una missione archeologica italiana diretta da Paolo Matthiae dell’Universita’ La Sapienza di Roma, che hanno portato alla luce reperti che scandiscono, lungo un millennio, l’itinerario storico di un antichissimo centro urbano, tre volte distrutto e due volte risorto, tra circa il 2500 a.C. e gli anni attorno al 1600 a.C.

 

Homs
Famosa in tutto il mondo per il Krak dei cavalieri, il castello-fortezza che e’ stato per quasi due secoli il piu’ imponente baluardo dei Crociati, controllato dall’Ordine degli Ospitalieri dai tempi del Saladino fino alla sua riconquista da parte del sultano mamelucco Baybars, nel 1271.

 

Bosra
Altro crocevia strategico per gli scambi dell’eta’ antica, Bosra e’ rinomata per la sua cittadella ed un teatro romano che fa parte del patrimonio Unesco.

 

Qal At Salah Al-Din (La cittadella del Saladino)
E’ un castello di origine crociata, che si trova in Siria a circa 24km ad est di Latakia e a 7km dalla cittadina di Al-Haffah. E’ ancora visibile la cittadella bizantina, situata al centro della fortezza, un’altra grande cisterna, la sala da te’ dei crociati ed una chiesa (anch’essa crociata) unita ad una delle due cappelle bizantine.

Pubblicato su http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=168046

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...