Sant Andres l’atollo conteso tra Colombia e Nicaragua

May 01, 2012

San Andrés, l’atollo della discordia
Colombia vs Nicaragua. Oggetto del contendere, un arcipelago tropicale biosfera Unesco. E 40mila chilometri quadrati di Mar dei Caraibi

Nicaragua contro Colombia. Oggetto della contesa, un lembo di mare dei Caraibi che si estende per 50 mila chilometri quadrati, e uno splendido arcipelago tropicale, dichiarato World Biosphere dall’Unesco, le cui isole più conosciute sono San Andrés e Providencia, 12 gradi di latitudine nord, 40 chilometri quadri di paradiso.

Il tutto è in questi giorni al vaglio della Corte internazionale di giustizia dell’Aia, che ascolterà le controparti fino al 4 maggio. E poi deciderà. La contesa va avanti dal 2001, e ha già avuto un primo esito, favorevole alla Colombia, nel 2007. La Corte infatti aveva dichiarato legittima la sovranità di Bogotà sulle isole principali dell’arcipelago, ma ha poi affermato di non potersi pronunciare sulle isole minori (Roncador, Serrana et Quitasueno) e sullo spazio marino. Ora Managua torna alla carica, argomentanto che la Colombia approfitta della propria giurisdizione su pochi chilometri di costa per governare uno spazio marino grande come Sardegna e Sicilia sommate.

Le motivazioni storiche della contesa. Il Nicaragua ricorda di essere stato di fatto il primo stato sovrano dell’Isola, sin dai tempi dell’indipendenza dell’America Centrale dalla Spagna (1821) che diede luogo a una Federazione di Stati del Centramerica da cui si costituì lo stesso Nicaragua, nel 1838. La Colombia, d’altra parte, sostiene i propri diritti in virtù dell’esercizio di una sovranità “pubblica, ininterrotta e pacifica”, in atto dal 1928. Ma proprio questo è il punto contestato da Managua: il cambio di bandiera è conseguenza di un trattato firmato durante l’occupazione Usa del Nicaragua, e quindi da considerare non valido.

L’Arcipelago di San Andrés, Providencia e Catilina con il suo contorno di isolotti minori e keys si trova a circa 775 chilometri ad ovest della Colombia e a 220 circa dal Nicaragua. E’ una meta turistica molto frequentata, l’aeroporto vede transitare 7-800 mila passeggeri l’anno, turisti provenienti perlopiù da Centro America, Usa e Canada. Si arriva dalla Colombia o da Panama o con charter stagionali, anche dal Canada. Il turismo cresce a ritmi del 10 per cento annuo e verosimilmente continuerà a farlo, qualunque sia l’esito di questa contesa, per fortuna perpetrata a mezzo di uffici legali e carte bollate

Pubblicato su http://www.industriadelturismo.com/sant-andres-latollo-conteso-tra-colombia-e-nicaragua/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...