Freerice

WFP – LA SETTIMANA MONDIALE DI FREERICE PER COMBATTERE LA FAME GRAZIE AI SOCIAL MEDIA

ROMA – La teoria dei “Sei gradi di separazione” sostiene che ciascuno di noi, nel mondo, è collegato ad un altro abitante della Terra al massimo attraverso altre sei persone. Secondo il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) questi collegamenti possono essere utili per raccogliere cibo per i più vulnerabili. Come? Attraverso il gioco online contro la fame Freerice.com/it.

Il WFP lancia la Settimana Mondiale di Freerice, dal 6 all’11 febbraio. L’iniziativa si chiama“6 Degrees of Freerice”. L’agenzia fa appello a tutti i giocatori di Freerice affinché invitino sei loro amici ad unirsi alla lotta online contro la fame. Giocando a Freerice.com/it durante la Settimana Mondiale di Freerice, i giocatori potranno vincere premi e divertirsi mentre raccolgono riso per chi ha fame.

“Ci sono solo sei persone, forse meno, tra ognuno di noi  e chi, oggi, non sa dove trovare il prossimo pasto”, dice Nancy Roman, Direttore di Comunicazione, Public Policy e Settore Privato del WFP. “Pensate a quello che potremmo ottenere, se ciascuno di noi invitasse sei amici a donare riso a bam bini che hanno fame. Con Freerice, si può davvero incidere sul mondo reale con un click del mouse”.

Freerice non è il solito gioco online. Ad ogni risposta giusta, vengono donati dieci chicchi di riso al WFP per sfamare gli affamati nel mondo. Il riso è pagato dagli sponsor che compaiono nei banner, sul sito. Si può scegliere tra migliaia di  domande di vari argomenti, quali vocabolario, letteratura e, dalla prossima settimana, anche bandiere e capitali del mondo. Inoltre Freerice è sviluppato in sei lingue.

Freerice conta, oggi, oltre un milione di giocatori registrati al sito che hanno donato, complessivamente, quasi 100 miliardi di chicchi, utili a sfamare circa 5 milioni di persone da quando il gioco è stato lanciato nel 2007.

Durante la Settimana Mondiale di Freerice, i giocatori dovranno creare gruppi, su freerice.com/it, che contengano  il prefisso “Freerice6” nel nome. I fondatori del gruppo possono chiedere ai propri amici di unirsi al gruppo e di invitare, a loro volta, altri sei amici. I premi verranno dati ai fondatori del gruppo che ha il maggior numero di membri, al fondatore del gruppo che ha raccolto il maggior numero di chicchi di riso e al giocatore che, singolarmente, ha raccolto il maggior numero di chicchi nella settimana.

“Il problema della fame si può risolvere, se ci uniamo e, collettivamente, ci impegniamo”, ha detto Roman. “Quasi un miliardo di persone va a letto affamato, la sera. Con 6 Degrees of Freerice, siamo sulla strada giusta per mettere a frutto il potere dei networks online nella lotta contro la fame”.

Segui la Settimana Mondiale di Freerice su twitter @freerice e usando l’hastag #Freerice6.

Visita la pagina della Settimana Mondiale di Freerice:http://it.freerice.com/freerice6

Il WFP è la più grande agenzia umanitaria del mondo e l’organizzazione delle Nazioni Unite che combatte la fame nel mondo. Ogni anno, in media, il WFP fornisce cibo ad oltre 90 milioni di persone in più di 70 paesi.

Visita il sito web in italiano: http://www.wfp.org/it, seguici su twitter @WFP_IT e su facebook http://www.facebook.com/ProgrammaAlimentareMondiale

Per ulteriori informazioni:
Vichi De Marchi, Portavoce per l’Italia, WFP/Roma, Tel.: +39-06-65132058,
Cell.: +39-3480517605, vichi.demarchi@wfp.org

The information contained in this electronic message and any attachments is intended for specific individuals or entities, and may be confidential, proprietary or privileged. If you are not the intended recipient, please notify the sender immediately, delete this message and do not disclose, distribute or copy it to any third party or otherwise use this message. The content of this message does not necessarily reflect the official position of the World Food Programme. Electronic messages are not secure or error free and may contain viruses or may be delayed, and the sender is not liable for any of these occurrences. The sender reserves the right to monitor, record and retain electronic messages

L’articolo originale si trova su www.unric.org

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...